26 Giugno 2019

CONSEMI – VENETO

Il progetto Consolidamento di filiere cerealicole innovative basate su semi adattati a sistemi agroecologici locali – CONSEMI – ha per scopo la costituzione di una Casa dei semi del Veneto per promuovere lo sviluppo di filiere di gestione della semente e dei prodotti trasformati che siano innovative, locali e sostenibili.

Capofila Aveprobi, altri componenti dell’ATI: Firab (Fondazione Italiana per la ricerca in agricolrura biologica e biodinamica) – Rete Semi Rurali – Soc. Cooperatica Agricola Mais Marano – Istituto Iatruzione Superiore “Stefani-Bentegodi” – Cipat (Centro istruzione professionale e assistenza tecnica della Regione Veneto) – Antico Molino Rosso srl – El Tamiso società cooperatica agricola.

Progetto finanziato dalla Regione Veneto PSR 2014-2020 Mis. 16.1 e Mis. 16.2

Il progetto vuole costituire una Casa dei semi del Veneto per promuovere lo sviluppo di filiere di gestione della semente e dei prodotti trasformati che siano innovative, locali e sostenibili.
Protagonisti saranno i network locali di agricoltori che, in areali individuati, contribuiranno alla riproduzione e diffusione di varietà locali e popolazioni evolutive (CCP) di frumento e mais.

I cambiamenti promossi avranno impatti dal livello aziendale a quello del consumo, interessando tutto il comparto cerealicolo biologico.

Il progetto si pone i seguenti obiettivi:

(i) aumentare la diversità coltivata nelle aziende agricole e la diffusione di varietà locali e popolazioni di cereali in differenti ambienti di coltivazione per
ottenere stabilità di resa, diminuzione del costo di produzione e aumento del reddito aziendale;

(ii) migliorare la qualità degli alimenti a base di cereali tramite prodotti derivati da sementi di
qualità grazie a incremento di metaboliti secondari e sostanze nutraceutiche);

(iii) incrementare la fertilità del suolo con pratiche colturali ecosostenibili in biologico.

Il raggiungimento degli obiettivi è assicurato dalla realizzazione dei seguenti risultati:

(i) piena operatività funzionale della Casa dei semi e sua riconoscibilità presso agricoltori e stakeholders sul territorio nazionale e europeo (1° e 2° anno);

(ii) gestione di semente e sua distribuzione ad una rete di agricoltori locali tramite la gestione e moltiplicazione di almeno 20 varietà locali e popolazioni evolutive di cereali, un Manuale per l’acquisizione delle risorse genetiche vegetali, il coinvolgimento di almeno 10 agricoltori moltiplicatori (1° e 2° anno);

(iii) sensibilizzazione sulla gestione delle filiere del seme (15 agricoltori coinvolti – visite in campi catalogo e attività di laboratorio per sanità semi) e dei prodotti di trasformazione (30 trasformatori coinvolti – incontri di panificazione e di filiera) (2° e 3° anno);

(iv) registrazione di varietà locali e popolazioni evolutive ai cataloghi tramite 3 dossier per l’iscrizione ai registri nazionali (2° e 3° anno);

(v) individuazione di approcci innovativi per produzioni di qualità favorendo un modello di filiera con equità concertata lungo l’intera catena del valore;

(vi) supporto ad una dinamica collettiva intorno al territorio-progetto-filiera-prodotto rivolta alla qualificazione produttiva e miglioramento tecnico e dell’offerta biologica.

Inizio progetto 19 aprile 2019 – fine progetto 31 dicembre 2021.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi