6 giugno 2017

DiverIMPACTS

DiverIMPACTS è il progetto di ricerca europeo H2020 che federa 34 partner europei per lavorare sui sistemi di diversificazione colturale di specie agrarie annuali, con particolare riguardo a seminativi e sistemi orticoli.

Il progetto DiverIMPACTS ha diversi obiettivi, tra i quali:

  • valutare le prestazioni di diversificazione delle colture attraverso rotazioni (diversificazione temporale) e associazioni colturali (diversificazione spaziale);
  • lavorare con gli attori del sistema produttivo e con i territori concorrendo a produrre le innovazioni sistemiche necessarie al conseguimento della sostenibilità ambientale ed economica, oltre che ragionando per rimuovere gli ostacoli che impediscono di maturare i benefici dalla diversificazione delle colture a livello di azienda agricola e di filiera;
  • formulare raccomandazioni per i decisori politici e aziendali volte a facilitare il coordinamento di tutte le parti interessate all’interno del sistema alimentare.

DiverIMPACTS vedrà il dispiegamento di una rete di sperimentazioni condotte tramite 25 casi di studio realizzati in ambienti reali (aziende agricole) e una decina di aziende sperimentali che operano tramite dispositivi di ricerca di lungo termine.

I 25 casi di studio vedranno concorrere, oltre ai ricercatori, vari attori locali, tra cui -in primis- gli agricoltori, con cui confrontarsi sulle scelte, formulare congiuntamente le traiettorie di innovazione, individuare nuovi sbocchi di filiera e valutare le performance di sostenibilità sulla base di un set articolato di indicatori. Parte di questi indicatori verranno individuati collettivamente e parte concordati nel progetto per garantire la confrontabilità tra le distinte situazioni testate in 11 distinti paesi europei rappresentativi di vari ambienti pedoclimatici.

FIRAB contribuirà al progetto soprattutto nel ruolo di vice-leader del Work Package dedicato ai casi di studio, di cui ne realizzerà uno in Sicilia, in collaborazione con il CREA Cerealicoltura, legato a una rotazione centrata su frumento duro (Triticum durum Desf.) e sulla (Hedysarum coronarium).Coltivare-lorto1

FIRAB concorrerà anche all’indagine dello stato dell’arte della diversificazione colturale in Italia ed Europa, all’identificazione e valutazione degli indicatori di sostenibilità più idonei a fotografare la performance della diversificazione colturale, alla formulazione delle indicazioni di politica agroambientale e alla divulgazione del lavoro.

Nel caso studio promosso da FIRAB e nell’insieme del progetto, il biologico godrà di una particolare attenzione, caratterizzando numerose sperimentazioni e realtà di indagine.

Approfondimenti:

  • schema 25 CSs 
  • link al sito di progetto (in fase di realizzazione)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi