30 agosto 2016

Progetti nazionali

FIRAB è “PER” il bio:

un istituto di ricerca “senza muri”, una Fondazione no-profit che assume come punto di forza della sua attività l’approccio partecipativo e il coinvolgimento degli produttori nella ricerca in agricoltura.

Che ha la capacità di coinvolgere altri soci e importanti soggetti imprenditoriali del movimento biologico e biodinamico ed istituzioni in diverse attività di ricerca; è punto di riferimento per quanto riguarda la ricerca del privato sociale nel settore del biologico e del biodinamico.

 

 

Progetti di carattere nazionalecopertinalife sementealtrameinbio 1firab sito

 

  • Progetto Life SEMENte partTEcipata sul recupero e la valutazione di varietà antiche e locali di frumento, su fondi del programma LIFE Ambiente (2014, in itinere)
  • Il progetto Biodurum, finanziato dall’Ufficio per l’Agricoltura Biologica del Mipaaf e coordinato dal CREA, intende definire processi innovativi per l’agricoltura biologica e la produzione di frumento duro bio, al fine di garantire un reddito adeguato ai produttori biologici, la qualità dei prodotti, la tutela dell’ambiente e la gestione sostenibile delle risorse (2017, in itinere).
  • ALT.RAMEinBIO: Strategie per la riduzione e possibili alternative all’utilizzo del rame in agricoltura bio. Progetto in collaborazione con il CREA (già CRA) sulle alternative al rame in orticoltura, arboricoltura e viticoltura, su fondi Mipaaf (2015, in itinere)

 

 

  • Progetto PEI-AGRI-BIO sul posizionamento del biologico in ambito Partenariati Europei di Innovazione e per la determinazione delle metodologie più idonee ad una efficace implementazione dell’approccio PEI al biologico, su fondi Mipaaf (2014-2016)
  • Progetto SOSBIO, finanziato dal Mipaaf, in collaborazione con l’Università di Firenze e la Scuola Superiore S. Anna di Pisa sulla performance agroambientale dell’orticoltura biologica e l’individuazione di indicatori (2011-2012)
  • Giornate di socializzazione della sperimentazione aziendale da parte di agricoltori biologici, in collaborazione con AIAB (2011 – 2012)
  • Studio di quantificazione dell’export biologico italiano verso i Paesi dell’UE per conto dell’ISMEA (2011)
  • Indagine sull’impatto della truffa denominata “Gatto con gli stivali” sull’export bio italiano in Europa, realizzato per conto di ISMEA (2012)
  • Indagine prezzi nei negozi specializzati biologici (2012-2015)
  • Coordinamento del monitoraggio delle attività dei centri sperimentali per il biologico su affidamento dell’ARSIA Toscana, cui è seguita una proposta di strutturazione della rete di tali centri volta alla valutazione di sostenibilità delle pratiche dell’agricoltura biologica (2009-2010)

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi